News

torna all'elenco

AGRIGES unica PMI italiana entrata nel Progetto di Ricerca BIOFECTOR - 7th Programma Quadro 17/05/2013
Il progetto individuerà nuovi bio-effectors (biostimolanti) che saranno testati in strategie di fertilizzazione alternative comprese quelle a basso impatto ambientale e quelle biologiche.

Agriges - Consorzio Biofector - progetto di ricerca su nuovi bio-effectorsLa crescente pressione delle patologie vegetali e l’aumentata richiesta di bene agrario, alimenta un uso sempre più diffuso ed intenso dei agrochimici, ma ciò di riflesso condiziona in maniera profonda la salute antropica e dell’ambiente. 

Il sistema suolo-pianta sta rischiando, così, col tempo di "dimenticare come produrre e difendersi". L’Europa, però, guarda lontano e, consapevole della natura limitata delle risorse, obbliga i suoi cittadini a regole ferree calibrate sulla tutela dell’ambiente e dell’uomo. A questo punto viene da chiedersi come sia possibile ottenere una produzione in grado di soddisfare una domanda crescente e, al contempo, applicare strategie a basso impatto. Per centrare i due obbiettivi è necessario adottare innovativi metodi di produzione che preservino l’integrità ecologica del sistema e al contempo, permettano alle singole risorse adoperate (pianta, suolo, acqua) di esprimersi a pieno in termini di produttività. 

AGRIGES da anni si prodiga nel fornire prodotti ecocompatibili, potenziati con bioattivatori applicati sia per aumentare la resistenza endogena della pianta agli stress (biotici e abiotici) che per migliorare la fertilità intrinseca dei suoli e la capacità produttiva delle piante. 

Ad oggi, in qualità di unica azienda italiana, AGRIGES è membro del CONSORZIO BIOFECTOR, progetto di ricerca integrato della durata di 5 anni finanziato dal 7° PROGRAMMA QUADRO.

Tale progetto avviato dall’Università di Hohenheim (Germania), vede attivamente coinvolti alcuni dei più prestigiosi centri di ricerca europei che lavorando in stretta collaborazione avranno lo scopo di sviluppare alternative strategie di fertilizzazione attraverso l’uso di Bio-effettori (es. microrganismi promotori della crescita delle piante ed estratti naturali), ossia di formulati in grado di stimolare la crescita delle colture, incrementare la resistenza delle stesse a stress di varia origine e solubilizzare i nutrienti del suolo aumentandone la fertilità intrinseca.

Il progetto individuerà nuovi bio-effectors che saranno testati in strategie di fertilizzazione alternative comprese quelle a basso impatto ambientale e quelle biologiche. AGRIGES nell’ambito di questo prestigioso programma di ricerca, forte dei numerosi risultati conseguiti dall’applicazione dei suoi prodotti,  fornirà formulati a base di estratti vegetali, estratti algali e consorzi microbici che saranno testati, per gli obbiettivi precedentemente indicati, su diverse colture di interesse agrario, in numerose aree sperimentali.

La partecipazione dell’azienda a tale iniziativa, è frutto di un lungo processo di verifica delle specifiche competenze ed è un’ulteriore testimonianza della particolare attenzione che AGRIGES pone nel settore della ricerca avanzata al fine di offrire formulati di elevato pregio. 

 

Per ulteriori informazioni scarica la press release del progetto:

Scarica pdf Finanziata dall’Unione Europea la collaborazione di ricerca sull’uso di Bio-Effectors (Biostimolanti)  in agricoltura [pdf 132 Kb]

e visita il sito http://biofector.agrobiology.eu/

 
 
Privacy Policy

Powered by Image Line®